• Le ultime novità e promozioni su occhiali e letti da vista

    NEWS

Le Lenti Blu Expert

Spesso si sente parlare di luce blu, ormai è ben noto che è dannosa,fa male al sistema visivo e da fastidio.
Se ne sono accorti molte persone che usano dispositivi digitali (molti ragazzi che usano lo smartphone)  gli impiegati che lavorano in ufficio a contatto con schermi di pc e tablet ma anche chi ha l'occhio molto sensibile alle nuove tipologie di luci a led.
Ultimamente si sentono pubblicità di molte aziende produttrici lenti per occhiali che propongono prodotti per proteggersi da questa "luce dannosa" 

I nuovi dispositivi digitali schermi di PC, Tablet, Smartphone e TV e le nuove sorgenti luminose (come per esempio i LED) sono state progettate per migliorare e facilitare la nostra vita, ma emettono una quantità di Luce Blu maggiore rispetto ai tradizionali dispositivi e lampadine del passato. 

Non entreremo nel tecnico per spiegarvi come possono provocare danno, ci sono molti link utili facilmente consultabili online, vi basti sapere che nel peggiore dei casi la luce blu può deteriorare le cellule della retina, ma anche chi ha un buon filtro naturale negli occhi accusa stanchezza sopratutto ad attività ravvicinate, secchezza oculare,mal di testa,problemi legati al sonno.

Nel  lungo periodo la Luce Blu può portare alla riduzione della densità del pigmento maculare (parte importante della retina dove si sviluppano le immagini) che rappresenta uno dei fattori di rischio per l’insorgenza della maculopatia.

Tutti questi fastidi e danni provocati dalla luce blu si vanno a sommare a quelli causati dallo spettro luminoso invisibile della luce ultravioletta e infrarossa.

Che differenza c’è tra UV e Luce Blu?

La luce che raggiunge e penetra l’occhio umano è suddivisa in spettro visibile (tra i 380 nm e i 780 nm) e spettro non visibile (che include i raggi UV e i raggi INFRAROSSI). I raggi UV sono assorbiti quasi completamente dalla cornea e dal cristallino degli individui adulti, mentre la Luce Blu penetra il cristallino raggiungendo, e danneggiando, la retina. 

Il più grosso danno è dato dai dispositivi digitali come lo smartphone (quante ore passate a fissare lo schermo??)

La diffusione su scala mondiale di PC, tablet, usati negli uffici ed altri dispositivi a LED ha aumentato notevolmente l’esposizione a fonti di luce dannose, soprattutto nelle nuove generazioni, impiegati, studenti, soggetti che trascorrono molto tempo con i videogiochi, per i bambini, la cui esposizione alla luce blu è sempre più precoce e protratta. Praticamente la nuova generazione sarà molto più esposta a queste radiazioni.

Come proteggersi?

E’ importante ridurre l’esposizione alle fonti di luce blu emesse dai dispositivi che utilizziamo quotidianamente e dagli ultravioletti della luce solare; oggi è possibile, attraverso l’utilizzo di occhiali con lenti apposite per schermare selettivamente tali lunghezze d’onde luminose.

Queste lenti, o trattamenti, vengono chiamati in vario modo a seconda dell'azienda che li produce. 

Nei nostri centri ottici specializzati avrete una spiegazione dettagliata con un test pratico, sul funzionamento di queste lenti, inoltre questo prodotto è spesso in promozione, proprio per invogliare il cliente a provare una lente qualitativamente superiore a tutte le altre.

La prima generazione di questi prodotti aveva un piccolo difetto estetico, una leggera colorazione giallastra o un invadente riflesso viola/blu, ora con la seconda generazione di lenti questo problema è quasi totalmente risolto. I nostri centri ottici offrono quindi l'ultima generazione di lenti anti luce blu e anti UV. Ti aspettiamo per una dimostrazione pratica dei benefici di questo prodotto.

Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzioamento. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la COOKIE POLICY. Continuando la navigazione acconsenti all'uso di cookie.